Immagine
 alcuni modelli Geloso... di Admin
\\ Home Page

Questo e' un blog che si occupa di restauro di apparecchi radio e Tv e di radiantismo.

SuLuLab - Laboratorio Suoni e Luci

Di SchemiRadioTV (del 08/04/2011 @ 17:08:54, in Autocostruzioni, linkato 851 volte)





Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

Il ritorno di Brionvega

Di SchemiRadioTV (del 13/01/2008 @ 05:06:54, in NovitÓ, linkato 2630 volte)

Qualcuno ha avuto la brillante idea di rimettere sul mercato il marchio di apparecchi radio-tv cult italiano.

E la prima nuova uscita è un vero bijoux:


Il sito ufficiale è questo.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (24509) Storico Storico Stampa Stampa

Lanciato HiFiLab

Di SchemiRadioTV (del 17/11/2006 @ 09:39:48, in Autocostruzioni, linkato 3359 volte)

SchemiRadioTV presenta una nuova iniziativa: il laboratorio di HiFi, con interessanti progetti fai-da-te, per tutti gli appassionati di autocostruzioni.

www.hifilab.it



Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Un'artista, una cara amica

Di SchemiRadioTV (del 17/09/2006 @ 08:57:23, in comunicazioni, linkato 3025 volte)

Votiamo Micaela!

Technorati Profile

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Radio Blog Player

Di SchemiRadioTV (del 12/09/2006 @ 09:00:58, in Blog e radio, linkato 3059 volte)

Radio.blog.player

Radio.blog is the first stand-alone player that lets you stream sound on your website.

Spero di avere presto tempo per installarlo qui.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa


Voce del Padrone 181

Di SchemiRadioTV (del 30/07/2006 @ 09:19:26, in Apparecchi radio, linkato 5219 volte)

Questo apparecchio, trovato tra i rifiuti in pessime condizioni, è stato restaurato; alcune parti, come le manopole, non sono originali, ma d'epoca.

La scala parlante:

L'interno:

La targhetta posteriore:

Una targhetta apposta all'interno del mobile:



Articolo (p)Link Commenti Commenti (3454) Storico Storico Stampa Stampa

Telefunken 265C

Di SchemiRadioTV (del 24/03/2006 @ 14:57:39, in Apparecchi radio, linkato 3338 volte)

Mi hanno mandato queste foto di un apparecchio abbastanza raro, stiamo cercando lo schema, se qualcuno ci può aiutare può scrivere a info@schemiradiotv.com

La scala parlante:



Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

Pandora

Di SchemiRadioTV (del 01/03/2006 @ 16:52:38, in Blog e radio, linkato 3484 volte)

Un servizio mirabile! Crea la tua radio personale su Pandora.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Tanti Auguri...

Di SchemiRadioTV (del 24/12/2005 @ 16:34:19, in comunicazioni, linkato 3251 volte)

presepe

...quando proprio non c'è più niente da fare!



Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Un'antenna per i 430 MHz

Di SchemiRadioTV (del 03/11/2005 @ 11:55:49, in Autocostruzioni, linkato 3834 volte)

Potete scaricare queste istruzioni per costruirla da soli.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Fiera di Amelia - 28 e 29 Maggio 2005

Di SchemiRadioTV (del 20/06/2005 @ 18:12:31, in Fiere, expo, musei, linkato 4759 volte)

Nella sezione fotografica "Fiera - Amelia" trovate un piccolo reportage di questo evento. Purtroppo sono arrivata tardi e stavano chiudendo, però ho fatto alcune foto al luogo (la sede principale della Comunità Incontro) ed allo zoo che vi si trova. Gli animali provengono da sequestri di vario genere e ce ne sono tantissimi; ad esempio non ci sono le foto di scimmie, rettili, volpi, cavalli, struzzi, pappagalli di tutti i colori, ecc. La struttura non è il massimo ma la stanno migliorando. Insomma, finalmente una fiera per tutta la famiglia!

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

Un bel blog, una bella radio

Di SchemiRadioTV (del 31/05/2005 @ 10:36:50, in Blog e radio, linkato 3340 volte)

Per motivi di tempo sto' un po' trascurando questo blog.
Voglio segnalare il blog di Fabio, molto interessante, all'indirizzo http://spaces.msn.com/members/fabio: per leggere sulla radio. Tra l'altro si parla di una novita' della rete (almeno per me): il podcasting.
Per ascoltare la radio vi segnalo: http://www.somafm.com/: "non e' una radio commerciale ed e' finanziata interamente dagli ascoltatori...musica che non trovate da nessun'altra parte". Ha rischiato di essere chiusa, quando lo RIAA si e' scagliato contro le radio via internet, ma ha resistito. La mia sezione preferita e' "Secret Agent" ed, a seguire, "Groove Salad".

Articolo (p)Link Commenti Commenti (4) Storico Storico Stampa Stampa

Mostra della radio - Berlino

Di I7TZU (del 17/03/2005 @ 15:34:52, in Fiere, expo, musei, linkato 3492 volte)

Dopo aver fatto scalo a Londra, ho preso altro volo per raggiungere Berlino, Sede del famoso Museo della Tecnica, con annessa Mostra della Radio allestita dalla TELEFUNKEN. Mi sono "chiuso" per due giorni nel Museo per poterlo visitare con tutta calma; i vari settori abbracciano tutto il mondo della tecnologia nel fare la storia cronologica di ogni invenzione, nel mostrare tutto l'impegno, tutta l'intelligenza, che il Popolo tedesco ha sempre dimostrato nel campo tecnologico.
Si va dalla nautica agli aerei; dalla chimica alla fisica; dalla meccanica all'elettronica, e tanto altro........sino alla tanto richiesta MOSTRA DELLA RADIO che allestita dalla Telefunken, illustra le varie tappe della Radio con numerosi apparati di ogni genere, descrivendone le caratteristiche e l'impiego.

Ringrazio il sistema "info" di CISAR/TA che ha voluto segnalare questo evento che, dopo la mia visista, consiglio a tutti voi di non perdere l'occasione per andare a visitarlo.

Non posso descrivere tutti i pezzi messi in mostra, ma mi limito a segnalare uno per ogni epoca, solo con le sigle delle Radio, senza gli scopi e/o gli utenti che l'hanno usato:

- Anno 1908 Primo ricevitore. 400 - 1260 Khz
- "1917 Primo R/TX montato sul sommergibile U-Boat; ne sono 4 apparati della stassa serie ARS ma con impieghi diversi (Marina, Esercito, Truppe di terra). Ogni apparato è composto da 3 pezzi (ricevitore, trasmet., alimentatore) ognuno dalla grandezza di una lavatrice di oggi, per tirare fuori 50 Watts. Le bobine sono intercambiabili, secondo la banda di frequenza che si doveva impiegare.
- Serie di R/TX del 1917 per le truppe di terra tedesche; pensate che erano montati anche sui muli!!!
- Serie di RADIOGONIOMETRI tipo TEN 208 del 1918
- Serie delle prime valvole per Ric. domestici del tipo ARCOLETTE del 1927
- Valvole del TX RS 15, la famosa stazione RADIO BERLINO con nominativo WDR che trasmetteva i comunicati alle truppe tedesche in tutta Europa. Le valvole sono alte come una bombola di gas da 15 Kg.
- Tante Radio domestiche con mobili che fungevano anche da mobile bar ed altro con valvole della grandezza di un barattolo di birra.
- Stazione Radio Hamburg del 1952 che assicurava i collegamenti con le navi tedesche ; nominatrivo NDR; anno 1952.
- Primo RADAR (1943) tipo FUG 224 che andò a condizionare le sorti degli scontri navali nella seconda guerra mondiale.
- I primi decodificatori per messaggi cifrati, sia tipo fisso che semoventi per uso terrestre che su navi; sistemi molto complicati!!!
- Poi si va sul più moderno con i sistemi TV (PAL e SECAM) del 1963;
tante serie di valvole di diverse grandezze, dal 1940 al 1980; a tal proposito, c'è tutta una raccolta di valvole con le foto di due sorelle
e vecchi documenti di autorizzazioni intestati a queste due sorelle, ma non ho capito il nesso fra le valvole e le due donne. Si tratta dell'anno 1943.
Le due sorelle sono: Jolanda e Gabriela KNAPSKA; se qualcuno ne sà qualcosa, mi tolga questo dubbi . L'Operatore - vigilante addetto allo stand
non parlava inglese; ed io con la lingua tedesca non ho alcun rapporto.
- Sistemi METEOSAT, linea completa;
- Sistemi TLC via satelliti e tanto, tanto altro ancora...........

Ho ritirato del materiale illustrativo per coloro che fossero interessati.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

Cenni di crittologia

Di IW7EEQ (del 15/03/2005 @ 10:33:04, in Messaggi cifrati, linkato 2933 volte)

di Quirino Tirelli

"Il desiderio di svelare segreti e’ profondamente radicato nella natura umana; la promessa di partecipare a conoscenze negate ad altri eccita anche la mente meno curiosa. Qualcuno ha la fortuna di trovare un lavoro che consiste nella soluzione di misteri, ma la maggior parte di noi e’ spinta a soddisfare questo desiderio risolvendo enigmi artificiali ideati per il nostro divertimento. I romanzi polizieschi o i cruciverba sono rivolti alla maggioranza; la soluzione di codici segreti può essere l’occupazione di pochi."
Jhon Chadwick (decifratore del lineare B)

La crittologia (con le sue tecniche di crittografia)consente di nascondere i dati attraverso l’uso di strumenti matematici. Tramite potenti algoritmi (tra i più famosi il DES, l’RSA, l’IDEA, ecc) questi messaggi vengono cifrati ed inviati al destinatario che tramite una chiave (sulla cui sicurezza è basato tutto il sistema) riesce a decifrare il messaggio ri-applicando lo stesso algoritmo utilizzato dal mittente.
Queste tecniche possono essere utilizzate non solo per lo scambio di informazioni ma anche per la sicurezza "locale" dei dati.
Non solo, la crittologia si occupa anche della ricostruzione dei messaggi cifrati senza la conoscenza della chiave che li ha generati (in questo caso si parla di crittoanalisi), ossia di come "smontare" un sistema per poterne garantire una maggior sicurezza.
Gli sviluppi attuali di questa scienza (diventata una branca ufficiale della matematica) sono molto vasti.

Concetti di base

Per sistema crittografico si intende un sistema in grado di cifrare e decifrare un messaggio attraverso l’uso di un algoritmo e di una chiave (una stringa segreta alfanumerica). Il messaggio che dovrà essere cifrato viene chiamato testo in chiaro (plaintext) mentre il risultato dell’algoritmo crittografico testo cifrato (ciphertext). In pratica una volta cifrato un messaggio del tipo "CIAO MAMMA" esso apparirà in una forma incomprensibile, ad esempio "HUHIEKQZXW", per cui l’efficacia dell’algoritmo sarà incentrata sulla inviolabilità del testo cifrato, non dovrà essere possibile (o meglio praticabile) ricostruire il messaggio originale a partire dal ciphertext.

Fondamentalmente esistono due tipi di sistemi: quello simmetrico, e quello asimmetrico.
In un sistema simmetrico, per cifrare e decifrare un messaggio si utilizza lo stesso procedimento con un'unica chiave appunto segreta.
Al contrario, in un sistema asimmetrico la chiave viene divisa in due parti: una per cifrare, resa pubblica, e l’altra per decifrare, che deve rimanere segreta.

Per poter comprendere meglio l’aspetto della sicurezza di un sistema crittografico dobbiamo metterci nei panni della "spia" che intercetta il messaggio. La spia cercherà di decrittare (questo è il termine esatto) il messaggio e quindi dovrà conoscere l’algoritmo utilizzato per la cifratura e la chiave.

La sicurezza di un crittosistema non deve dipendere dalla segretezza dell’algoritmo usato, ma solo dalla segretezza della chiave.



Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa

La comunicazione

Di I7TZU (del 13/03/2005 @ 10:26:30, in Radioamatori, linkato 2733 volte)

Qualche anno addietro, la prestigiosa rivista QST, organo dei Radioamatori USA, pubblicò un singolare sondaggio fatto sugli OM: "Chi sono i radioamatori?"
Non trovo più quell'articolo per darvi i particolari, ma posso segnalarvi le parti più salienti, quelle che maggiormente andarono a colpire la mia curiosità, fosse solo per avere una situazione di confronto fra OM americani e italiani. La mia attenzione fu attratta principalmente dal fatto che il sondaggio americano andava di pari passo con la situazione degli OM italiani; cioè, l'enorme divario che esiste fra i due Paesi, che sia il reddito della popolazione, che sia il livello tecnologico, che sia la potenza industriale, ecc......si aveva un analogo comportamento dei Radioamatori, cioè la " spinta " che animava gli OM americani e quelli italiani era la stessa. Come dire che il Cittadino di un Paese industrializzato, vive, e si circonda di tante comodità, ovvero riesce a realizzare tante di quelle strutture da rendere migliore la qualità della vita, rispetto alle note ristrettezze di un Cittadino di un Paese in via di Sviluppo.
Il dato che maggiormente mi colpì fù:
- il buon 80% degli OM americani è formato da pensionati, da tanti curiosi (che dopo qualche anno abbandoneranno l'attività), da coloro che non hanno altro hobby, da coloro che avendo avuto qualche esperienza con la radio (vedi tutti coloro che hanno avuto nelle mani la radio durante il Servizio militare) e pensano di usarla secondo la regola, ovvero secondo la "disciplina" che c'era quando svolgevano Servizio militare.
- il 15% è formato da coloro che attualmente svolgono attività con la radio (addetti ai vari Servizi TLC delle Poste, dei Telefoni, degli Istituti di vigilanza, della Protezione Civile, della Polizia, ecc.), cioè tutto Personale che professionalmente usa la radio, tanto da "portarsela" anche a casa, forse come sfogo alle tante frustrazioni della giornata, finalmente ora è lui il "titolare" della stazione e può usarla come meglio crede.
- il rimanente 5% sono i Tecnici puri, i montatori radio, gli istallatori di ponti radio, gli addetti alle radio e tv locali, tutti coloro che lavorano presso ditte specializzate nel settore delle TLC. Questi OM molto difficilmente li sentirete mai in frequenza, a fare QSO per il semplice gusto di intrattenersi e fare "bla bla".

Fate un pò mente locale e cercate di avvicinare questa situazione a quella italiana; dalle mie conoscenze mi sembra sia simile!!! Il Docente del Corso di Sociologia ci diceva sempre che quando un concetto, ovvero un comportamento non era condiviso, bisognava rivoltare la "frittata", cioè prendere il concetto dalla coda e risalire sino alle origini.
Non perdete di vista il titolo che ho voluto dare a queste mie note: "LA COMUNICAZIONE" ed è di questa che desidero parlare.
Prendendo in esame una qualsiasi giornata e/o nottata di ascolto in radio, stimando che in oltre 100 ponti ripetitori (quasi sempre muti) ci siano 500 Operatori a parlare (HI), che la banda dei 40 mt. ci siano 100 Operatori (andate a verificare, sono senzaltro di meno), che la banda dei 20 mt. ne troviamo ancora 20 , e che ancora 200 su tutte le altre bande (che sono pochissimo usate), si arriva ad un totale di 1000 OM italiani che nell'ambito della giornata ha acceso la radio; tenendo conto che gli OM italiani sono oltre 20.000, si ha una bassa percentuale (se non erro solo il 5%) di Radioamatori che usa la radio.
Cioè è facilmente intuibile che l'attività è "fallimentare", anche tenendo "rispetto per le minoranze", la sostanza non cambia, cioè il Radioamatore NON COMUNICA; se COMUNICARE significa dialogare con gli altri, ovvero svolgere un compito con gli altri e/o fare per gli altri.
Ciò che sono i contenuti , i dialoghi che si scambiano nei QSO, ciò che è la tecnica (sia come argomento che come procedura), ciò che può interessare di tutto questo la società che ci circonda, è un capitolo a parte, da analizzare con calma per verificare se si tratta di "passione", di "sfogo" alle vicissitudini della vita, di "nullita'" verso altre cose. Un fatto è certo, che le bande sono deserte e quei pochi dicono inezie!!!
Noto che c'è una "corsa sfrenata" a montare Ponti, ad ottenere nuove bande da assegnare ai Radioamatori, di nuove tecniche di trasmissione, di link, di trasverter per manipolare più frequenze, di tecniche digitali, di nuovi apparati con asservimento di nuove antenne, ecc.; l'unico elogio che io faccio è a favore di tutti quei Radioamatori (il 5%) che si dedicano con sacrificio, profitto, alla sperimentazione, al montaggio, di nuovi sistemi che
mettono a disposizione di tutti gli altri. La mia esperienza non mi permette di congratularmi con la stragrande massa di coloro che, pur avendo la Licenza, non usano la Radio.
Cioè ci troviamo di fronte ad una Categoria di persone che, pur essendo ABILITATE all'uso di apparecchiature per COMUNICARE con altri, NON sentono il bisogno, NON sanno cosa TRATTARE, NON sanno DIALOGARE. Ecco perchè parlavo di "situazione fallimentare"!!! E questo dipende tutto da noi!!!
E' impensabile che una fitta rete di ponti, di frequenze, di Operatori, NON abbia una programmazione di Servizi, di compiti da svolgere, di impegni che possono coinvolgere la società che ci circonda (tipo: contatti con gli studenti, Corsi di Radiotecnica, incontri con le Scuole, assistenza tecnica alle Associazioni di Volontariato, presenza frequente nel settore della Protezione Civile, assistenza tecnica ai Radioamatori stessi, ecc.)
Mi rattrista il "ruolo" della categoria degli SWL che, avendo lo scopo di "ricevere stazioni radio di Radioamatore", purtroppo in frequenza NON trovano più nessuno.
Perchè non trasmettere un "notiziario per Radioamatori" su certe frequenze, con certi orari? Perchè non si trova un "esperto" per parlare in requenza di Radiotecnica, di Procedure e Codici Radio, di stazioni utility, di CW, di Regolamento delle Radiocomunicazioni???
Fosse solo per dare uno "scopo" sia alla Licenza che abbiamo che ai soldi che abbiamo speso per attrezzare la Stazione Radio.

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1) Storico Storico Stampa Stampa


SuLuLab

 

Ci sono 18 persone collegate


Cerca nel blog  
Google

Titolo

Apparecchi radio (3)
Autocostruzioni (2)
Blog e radio (3)
comunicazioni (4)
Fiere, expo, musei (4)
Messaggi cifrati (2)
NovitÓ (1)
Personaggi (3)
Radioamatori (4)
restauro tecnico (4)
Servizi radio (2)

Catalogati per mese:
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014

Gli interventi pi¨ cliccati

< settembre 2014 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
       

Titolo

Annunci (1)
Apparecchi radio (11)
Apparecchi TV (2)
CuriositÓ (1)
Fiera - Amelia (16)
header (1)
Personaggi (2)

Le fotografie pi¨ cliccate

Titolo


Ti piace questo blog?

 Fantastico
 Carino
 Così così
 Bleah!

Visualizza i risultati o

Titolo

Autori
Il perché
Copyright

Titolo

dBlog.it Open Source




Feed XML RSS 0.91
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Blogarama - The Blog Directory
Blogwise - blog directory
  ® dBlog.it © Copyright 2003 - Tutti i diritti sono riservati.                                                 Io uso dBlog 1.4 ® Open Source